GDPR: come prepararsi e quali passi fare?

Pipeline mette a tua disposizione metodologie, soluzioni e partnership
per accompagnarti nel percorso di adeguamento tecnologico.

CONTATTACI

Managed Services

Siamo a fianco delle PMI per aiutarle a gestire
in modo più semplice la loro infrastruttura IT.

LEGGI TUTTO

Software

Progettiamo e realizziamo soluzioni cloud e ibride,
garantendovi prodotti software di qualità e in linea con le vostre esigenze.

LEGGI TUTTO

Hardware

Siamo è in grado di fornirvi la migliore soluzione per server, personal computer,
notebook, sistemi di stampa e tutti i device che rispondono alle vostre necessità.

LEGGI TUTTO

Problemi con la gestione degli Incident?

Come risolviamo i tuoi problemi: SSO ONLINE è uno strumento facile ed efficace
che permette al cliente di richiedere assistenza a Pipeline senza dover necessariamente telefonare

LEGGI TUTTO

Case Study Esseco - Watchguard

esseco logoIL CLIENTE FINALE. ESSECO GROUP
Esseco Group (www.essecogroup.com) è una holding industriale che opera nell'ambito della produzione di prodotti chimici per l'industria e per l'enologia. Il Gruppo è strutturato con un sistema articolato e multinazionale di partecipazioni e società controllate acquisite in oltre 90 anni di storia: è oggi presente in 15 Paesi con 38 società.

I siti produttivi coprono complessivamente 440.000 m2 per un totale di 900 dipendenti e 640.000 tonnellate prodotte in un anno. Numeri che fanno di Esseco Group, un caso di successo industriale internazionale.
La capogruppo ha sede a Trecate (NO) e da qui vengono gestite tutte le controllate presenti nel resto del mondo.
In particolare la produzione si articola in:
Prodotti chimici derivati dallo zolfo (Solfiti, anidride solforosa liquida, sodio idrosolfito, acido solforico ed oleum) e Chimica in generale (Potassa caustica, carbonato di potassio e derivati clorurati, cloro-paraffine, TMP, NPG, potassio e sodio formiato, zolfo).
Prodotti per l'enologia (Coadiuvanti e additivi per l'enologia) e Servizi per l'enologia (Ricerca, laboratori di analisi vini, consulenza e prestazione di servizi in cantina).


esseco case study

L'ESIGENZA INIZIALE
Esseco Group si è trovata nell'esigenza di aggiornare tutti i servizi di networking, al fine di rendere l'infrastruttura complessiva più sicura, più semplice da gestire e più performante. L'infrastruttura esistente era composta da Firewall Cisco (n. 12 ASA5505, n. 2 ASA5510, n. 3 ASA5550, n. 4 router Cisco e n. 1 Cisco Ironport) connessi via VPN da tutte le sedi nel mondo.
"Il nostro obiettivo era cambiare l'esistente infrastruttura di proxy. Le nostre sono reti collegate punto-punto. Usavamo un proxy per controllare, ottimizzare, filtrare ed autorizzare la navigazione su Internet, ma si rendeva necessario avere un prodotto unico che svolgesse tutte le funzioni di cui avevamo bisogno, non più diversi apparati sulle varie sedi remote. Così siamo partiti dovendo sostituire solo il proxy, ma successivamente, vista la forte diffusione dell'UTM e considerate le nostre esigenze, abbiamo deciso di cambiare anche tutta la parte di firewall".
Fabio Sponza, Networking System Manager all'interno di Esseco Group.

LA COLLABORAZIONE CON PIPELINE
Esseco Group si è rivolta a Pipeline (www.pipeline.it), già fornitore della multinazionale di Trecate per la parte di server e in qualità di partner HP.
Con oltre 80 persone dislocate nelle tre sedi operative di Milano, Padova, Bologna, Pipeline integra l'offerta di soluzioni in ambito ICT con servizi scalabili di supporto tecnico e sistemistico, training e certificazione. Dal 1996 la società si è specializzata in soluzioni proprie specifiche per Aziende Chimiche e Farmaceutiche e di processo.
"Non ci siamo limitati a svolgere solo il ruolo di fornitori ma abbiamo fornito anche affiancamento operativo durante le fasi di installazione e giornate di training on the job". Emanuele Rancati, Technical Director presso Pipeline Srl.

LE SOLUZIONI WATCHGUARD
Pipeline, valutate le esigenze di Esseco Group, ha optato per le soluzioni WatchGuard XTM. La commessa era composta da n.9 XTM33, n. 4 XTM330, n. 6 XTM515 e n. 2 XTM545.
"Nella sede centrale di Trecate è stato installato un Firecluster attivo/passivo composto da 2 XTM 545. Queste macchine garantiscono la connessione VPN di tutti gli altri firewall forniti. A differenza della vecchia infrastruttura, tutti i firewall vengono gestiti centralmente ed è possibile attivare il controllo della navigazione utente per tutti gli utenti worldwide e non solo per la sede centrale".
Emanuele Rancati, Pipeline.

Il cliente conosceva già le soluzioni WatchGuard, in particolare aveva installato un apparato della serie XTM2 per la gestione del personale esterno.

IL PROCESSO DI IMPLEMENTAZIONE
"Una volta superata la fase di scelta tecnologica/proposta economica, eravamo in competition noi con le soluzioni WatchGuard e un altro system integrator con Fortinet. Una volta ottenuta la conferma del cliente a fine luglio 2013, in circa 20 giorni abbiamo fornito tutto il materiale, in 2 giornate abbiamo erogato la formazione al personale interno e abbiamo eseguito una prima configurazione di massima. Ad oggi è in corso la fase di migrazione di tutte le filiali verso la nuova infrastruttura".

"Non si sono presentati particolari problemi durante l'implementazione. Avendo adottato una politica di installazione 'conservativa' – abbiamo infatti eseguito un'installazione parallela a quella in essere - non abbiamo dovuto affrontare criticità particolari: la migrazione verso la nuova infrastruttura è avvenuta e sta avvenendo per gruppi/servizi. Abbiamo gestito solo alcune richieste inerenti la personalizzazione delle schermate di autenticazione utente, risolte mediante il supporto puntuale di WatchGuard".
Emanuele Rancati, Pipeline.

"Ai primi di settembre la fase di migrazione vera e propria è partita dalla sede centrale di Trecate. Abbiamo migrato il traffico sugli apparati nuovi: ora stiamo migrando tutte le società remote sul nuovo, sostituendo gli apparati Cisco e migrando tutti gli utenti di VPN dal vecchio client al nuovo portale. Le sedi sono una ventina e prevediamo di finire tutto entro maggio 2014".
Fabio Sponza, Esseco Group.

DICHIARAZIONI DEL CLIENTE
"Ciò che ha fatto la differenza e che ci ha fatto propendere per WatchGuard è stato il supporto post-vendita erogato dal vendor e anche la proposta economica che era sicuramente vantaggiosa. Non solo, anche in Pipeline sono stati bravi nel convincerci che il prodotto WatchGuard era molto buono".

"Abbiamo riscontrato qualche problema sui certificati da caricare per l'autenticazione, problemi che però stiamo risolvendo: stiamo imparando ad usare i prodotti WatchGuard, quindi è normale incontrare qualche difficoltà. A qualche mese dall'inizio dell'utilizzo di questi prodotti posso però dire che l'esperienza è positiva, e che oggi siamo ancora più convinti della scelta fatta".
Fabio Sponza, Esseco Group.

Oggi i servizi informativi per tutte le sedi remote di Esseco Group sono erogati dalla sede di Trecate e si stanno centralizzando tutti i servizi posta elettronica, controllo del perimetro, videosorveglianza, web filtering, ecc.

IL CLIENTE FINALE. ESSECO GROUP

https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSszkdW7n23bK4LJBCVKnPdOZXG1E0hn4o_KO1D-se7pVDve_5_Esseco Group (www.essecogroup.com) è una holding industriale che opera nell’ambito della produzione di prodotti chimici per l’industria e per l’enologia. Il Gruppo è strutturato con un sistema articolato e multinazionale di partecipazioni e società controllate acquisite in oltre 90 anni di storia: è oggi presente in 15 Paesi con 38 società.

I siti produttivi coprono complessivamente 440.000 m2 per un totale di 900 dipendenti e 640.000 tonnellate prodotte in un anno. Numeri che fanno di Esseco Group, un caso di successo industriale internazionale.

La capogruppo ha sede a Trecate (NO) e da qui vengono gestite tutte le controllate presenti nel resto del mondo.

In particolare la produzione si articola in:

Prodotti chimici derivati dallo zolfo (Solfiti, anidride solforosa liquida, sodio idrosolfito, acido solforico ed oleum) e Chimica in generale (Potassa caustica, carbonato di potassio e derivati clorurati, cloro-paraffine, TMP, NPG, potassio e sodio formiato, zolfo).

Prodotti per l'enologia (Coadiuvanti e additivi per l'enologia) e Servizi per l'enologia (Ricerca, laboratori di analisi vini, consulenza e prestazione di servizi in cantina).

 

 

L’ESIGENZA INIZIALE

Esseco Group si è trovata nell’esigenza di aggiornare tutti i servizi di networking, al fine di rendere l’infrastruttura complessiva più sicura, più semplice da gestire e più performante. L’infrastruttura esistente era composta da Firewall Cisco (n. 12 ASA5505, n. 2 ASA5510, n. 3 ASA5550, n. 4 router Cisco e n. 1 Cisco Ironport) connessi via VPN da tutte le sedi nel mondo.

Il nostro obiettivo era cambiare l’esistente infrastruttura di proxy. Le nostre sono reti collegate punto-punto. Usavamo un proxy per controllare, ottimizzare, filtrare ed autorizzare la navigazione su Internet, ma si rendeva necessario avere un prodotto unico che svolgesse tutte le funzioni di cui avevamo bisogno, non più diversi apparati sulle varie sedi remote. Così siamo partiti dovendo sostituire solo il proxy, ma successivamente, vista la forte diffusione dell’UTM e considerate le nostre esigenze, abbiamo deciso di cambiare anche tutta la parte di firewall”.

Fabio Sponza, Networking System Manager all’interno di Esseco Group.

 

 

LA COLLABORAZIONE CON PIPELINE

Esseco Group si è rivolta a Pipeline (www.pipeline.it), già fornitore della multinazionale di Trecate per la parte di server e in qualità di partner HP.

Con oltre 80 persone dislocate nelle tre sedi operative di Milano, Padova, Bologna, Pipeline integra l'offerta di soluzioni in ambito ICT con servizi scalabili di supporto tecnico e sistemistico, training e certificazione. Dal 1996 la società si è specializzata in soluzioni proprie specifiche per Aziende Chimiche e Farmaceutiche e di processo.

Non ci siamo limitati a svolgere solo il ruolo di fornitori ma abbiamo fornito anche affiancamento operativo durante le fasi di installazione e giornate di training on the job”. Emanuele Rancati, Technical Director presso Pipeline Srl.

 

LE SOLUZIONI WATCHGUARD

Pipeline, valutate le esigenze di Esseco Group, ha optato per le soluzioni WatchGuard XTM. La commessa era composta da n.9 XTM33, n. 4 XTM330, n. 6 XTM515 e n. 2 XTM545.

Nella sede centrale di Trecate è stato installato un Firecluster attivo/passivo composto da 2 XTM 545. Queste macchine garantiscono la connessione VPN di tutti gli altri firewall forniti. A differenza della vecchia infrastruttura, tutti i firewall vengono gestiti centralmente ed è possibile attivare il controllo della navigazione utente per tutti gli utenti worldwide e non solo per la sede centrale”.

Emanuele Rancati, Pipeline.

 

Il cliente conosceva già le soluzioni WatchGuard, in particolare aveva installato un apparato della serie XTM2 per la gestione del personale esterno.

 

 

IL PROCESSO DI IMPLEMENTAZIONE

“Una volta superata la fase di scelta tecnologica/proposta economica, eravamo in competition noi con le soluzioni WatchGuard e un altro system integrator con Fortinet. Una volta ottenuta la conferma del cliente a fine luglio 2013, in circa 20 giorni abbiamo fornito tutto il materiale, in 2 giornate abbiamo erogato la formazione al personale interno e abbiamo eseguito una prima configurazione di massima. Ad oggi è in corso la fase di migrazione di tutte le filiali verso la nuova infrastruttura”.

 

“Non si sono presentati particolari problemi durante l’implementazione. Avendo adottato una politica di installazione ‘conservativa’ – abbiamo infatti eseguito un’installazione parallela a quella in essere - non abbiamo dovuto affrontare criticità particolari: la migrazione verso la nuova infrastruttura è avvenuta e sta avvenendo per gruppi/servizi. Abbiamo gestito solo alcune richieste inerenti la personalizzazione delle schermate di autenticazione utente, risolte mediante il supporto puntuale di WatchGuard”.

Emanuele Rancati, Pipeline.

 

“Ai primi di settembre la fase di migrazione vera e propria è partita dalla sede centrale di Trecate. Abbiamo migrato il traffico sugli apparati nuovi: ora stiamo migrando tutte le società remote sul nuovo, sostituendo gli apparati Cisco e migrando tutti gli utenti di VPN dal vecchio client al nuovo portale. Le sedi sono una ventina e prevediamo di finire tutto entro maggio 2014”.

Fabio Sponza, Esseco Group.

 

 

DICHIARAZIONI DEL CLIENTE

“Ciò che ha fatto la differenza e che ci ha fatto propendere per WatchGuard è stato il supporto post-vendita erogato dal vendor e anche la proposta economica che era sicuramente vantaggiosa. Non solo, anche in Pipeline sono stati bravi nel convincerci che il prodotto WatchGuard era molto buono”.

 

“Abbiamo riscontrato qualche problema sui certificati da caricare per l’autenticazione, problemi che però stiamo risolvendo: stiamo imparando ad usare i prodotti WatchGuard, quindi è normale incontrare qualche difficoltà. A qualche mese dall’inizio dell’utilizzo di questi prodotti posso però dire che l’esperienza è positiva, e che oggi siamo ancora più convinti della scelta fatta”.

Fabio Sponza, Esseco Group.

 

Oggi i servizi informativi per tutte le sedi remote di Esseco Group sono erogati dalla sede di Trecate e si stanno centralizzando tutti i servizi posta elettronica, controllo del perimetro, videosorveglianza, web filtering, ecc.

 

I Nostri partner

richiedi informazioni