Delpharm

Logo Delpharm

CLIENTE

  • Delpharm

SETTORE

  • Pharma

PROBLEMA

  • Analisi dei dati con sistemi vecchi e lenti
  • Integrazione fragile tra i vari sistemi
  • Possibilità di errori umani nell'analisi dei dati

TECNOLOGIA COINVOLTA

  • Microsoft Power BI, SQL

OBIETTIVI

  • Formazione di un team per l'analisi dei dati
  • Impostazione di un nuovo workflow di analisi
  • Aumento della sicurezza dei dati
  • Aumento della velocità di analisi dei dati

SOLUZIONE ADOTTATA

  • Corso di formazione on the job su SQL e PowerBI con training pratico

RISULTATI

  • Acquisizione competenze in ambito SQL
  • Impostazione delle prime dashboard in PowerBI
  • Maggiore velocità di analisi e decisione da parte del management

SITO WEB

La rivoluzione Delpharm parte dai dati con SQL e PowerBI

L’azienda del settore pharma ha scelto Pipeline per formare un team di collaboratori su SQL e PowerBI. Un passo decisivo per ammodernare gli indicatori di costi e performance e sfruttare la sinergia dei dati.

Query, elaborazione e vecchi fogli fogli di calcolo

Andrea Figini, membro del team Innovazione e sviluppo, racconta così com’è nato questo progetto di innovazione.

Viene un momento in cui non è più possibile dire: abbiamo sempre fatto così. Avevamo visto PowerBI e abbiamo pensato che potesse essere una svolta per Delpharm.

L’azienda aveva alcuni database con diverse applicazioni che registravano i dati dell’andamento della produzione, della pianificazione e dell’amministrazione finanziaria. Tutte queste informazioni venivano estratte e interpretati da query SQL costruite su fogli di calcolo. Una modalità di elaborazione e analisi esposta a fragilità ed errori e caratterizzata da una notevole lentezza.

Da qui è partita l’esigenza di pensare ai dati in modo nuovo e soprattutto con una piattaforma di sistema come PowerBI, in grado di garantire quattro aspetti chiave:

  • Affidabilità del sistema
  • Sicurezza dei dati
  • Flessibilità delle risorse
  • Velocità di analisi e di output dei risultati

Questi requisiti sono stati alla base della scelta di PowerBI come strumento operativo e di Pipeline come partner per la formazione di un nuovo team interfunzionale composto da quattro talenti:

  • Alberto Di Maria    (Planning e Scheduling)
  • Andrea Figini          (Operational Excellence)
  • Damiano Bellotti    (Operational Excellence)
  • Massimo Levati      (Information Technology)

L’Operational Excellence Manager ha accolto la richiesta dei giovani collaboratori e l’ha sponsorizzata all’Azienda che l’ha accolta e trasformata in un investimento atto a migliorare le performance e la redditività. Un primo passo verso un cambio di paradigma.

Industria 4.0: come ridurre i tempi di fermo delle macchine grazie ai dati

In Delpharm, azienda farmaceutica da 500 dipendenti, migliorare le performance di output significa limitare al massimo i fermi macchina. Il team ha spiegato che questi possono essere di due tipi:

  • Fermi e riparazioni causate da avarie o rotture
  • Fermi dovuti a manutenzione e settaggio per i cambi di produzione

In questi casi, l’elaborazione dei dati macchina memorizzati nei database è fondamentale per implementare azioni risolutive mirate con risultati di business tangibili.

Grazie alla digitalizzazione e all’interconnessione dei dati provenienti da più sistemi è possibile elevare le perfomance partendo dalla raccolta e dall’elaborazione dati fino a giungere ad azioni immediate e mirate. Una applicazione da manuale del concetto di Industria 4.0.

Fogli di calcolo. Oracle, SQL tutti i dati si parlano con PowerBI

Anche in Delpharm i dati necessari provengono da più aree (produzione, amministrazione e operations) e sono raccolti su database diversi (Oracle, SQL, Fogli di calcolo). Con PowerBI è stato possibile connettere le varie fonti e visualizzarli graficamente in un’unica dashboard personalizzata.

Ciò permetterà d’ora in poi di controllare i dati in tempo reale, in modo veloce e interattivo.

Il team si è posto come obiettivo quello di creare alcuni modelli iniziali di dashboard, consentendo ai membri del Leadership team di comprendere le potenzialità del sistema e decidere di supportare il cambiamento. La condivisione dei dati in modo sicuro e protetto tra le varie funzioni, l’immediatezza e la customizzazione dei report è stata valutata di estrema utilità per i responsabili di area e i manager, che potranno prendere decisioni su dati facilmente disponibili ed oggettivi.

Non serve essere esperti per usare SQL e PowerBI

Per arrivare all’obiettivo, è stato sviluppato un progetto formativo strutturato in due moduli:

  • 4 giornate di fondamenti di linguaggio SQL
  • 4 giornate di laboratorio sull’impostazione di dashboard con PowerBI

La risposta del team, composto da utenti con background di eterogenei, dall'area economica a quella IT, è stata di eccellente livello e in soli quattro giorni i ragazzi hanno appreso i fondamenti dell’uso delle query in SQL.

Il passo successivo è stato lo sviluppo dei primi modelli di dashboard interattive, costruite in collaborazione con gli esperti delle varie aree al fine di individuare i KPI (Key Performance Indicators) e visualizzarli nel modo più chiaro possibile.

La Business Analysis direttamente in azienda

Il clima è stato aperto e collaborativo, tipico di chi ha un atteggiamento curioso e attivo verso la tecnologia e una passione per il proprio lavoro.

Grazie a una formazione adeguata e a PowerBI, Delpharm ha creato un team indipendente capace di estrarre ed elaborare dati sensibili senza dover far ricorso a sviluppatori e consulenti esterni. Un primo passo che apre la strada a ulteriori sviluppi, personalizzazioni, analisi e successi.

L’IT Manager ha commentato così i risultati:

“Sono positivo perché finalmente vedo un gruppo strutturato e diretto verso gli obiettivi aziendali con un approccio ai dati di tipo sistemico”

Risultati finali ed esperienza del Team

Siamo piacevolmente soddisfatti. Abbiamo davvero fatto un salto di qualità, siamo partiti dalle basi e siamo arrivati ad avere una versione beta di quello che sarà la nostra futura BI. Pipeline ha superato davvero le nostre aspettative.

Andrea Figini e Damiano Belotti – Membri del Team Continuous improvement.