Pipeline_parcel chemical 1

Pipeline con il suo Parcel nuovo partner di Chemifarma

Per gestire in totale sicurezza e qualità il complesso iter di ricerca e produzione di medicinali a uso veterinario, uno dei maggiori player italiani si avvale della partnership di una software house che propone soluzioni in grado di rispondere perfettamente alle peculiarità del settore.

Fondata nel 1976 a Forlì da Iliano Romagnoli, Chemifarma opera nel settore della terapia e della nutrizione animale sia da reddito che da compagnia. Il fondatore è attualmente past-president della società alla cui guida troviamo i figli Riccardo, presidente, Francesco, responsabile commerciale Italia-estero nel segmento animali da compagnia, e il genero Marco Lugaresi, vice presidente ed export manager. Nel 2005 la società forlivese si trova a rivolgersi al mercato per trovare un software adatto alla complessità delle sue attività: nasce così una partnership con Pipeline, software house e system integrator milanese amministrata da Giuseppe Nocita, che prosegue con successo tutt’oggi.

Le specificità del medicinale a uso veterinario
“La produzione del farmaco veterinario è regolamentata da numerose norme e direttive e deve sottostare al rispetto delle Good Manufacturing Practice” ci racconta Riccardo Romagnoli. “È un settore caratterizzato da diverse peculiarità, poiché si tratta di sviluppare prodotti che abbiano sia eccipienti sia forme farmaceutiche specifiche, per adattarsi perfettamente alle differenti specie animali, e sistemi di somministrazione, facilitandone il dosaggio e aumentando la stabilità in soluzione dei prodotti stessi.
Il nostro portfolio comprende farmaci per le indicazioni più diffuse, dalla terapia antibiotica classica ai trattamenti antielmintici e agli antidolorifici.
All’interno della nostra sede di Forlì seguiamo l’intero iter di ricerca, sviluppo e produzione; questo ci consente di portare a registrazione soluzioni terapeutiche adeguate e vantaggiose per il cliente senza perdere mai di vista aspetti irrinunciabili quali l’efficacia e la sicurezza del prodotto.
Per gestire il sistema della qualità e della sicurezza, considerata la complessità e le variabili del nostro iter produttivo, era necessario un supporto integrato a livello informatico, e la soluzione giusta è arrivata con il software Parcel, di Pipeline.”

Parcel, un reale vantaggio competitivo
“L’adozione del pacchetto Parcel” prosegue il signor Romagnoli “ci ha permesso e ci permette di gestire l’intera filiera partendo dall’acquisto delle materie prime, passando per il controllo qualità sino ad arrivare alle fasi di produzione, tracciabilità e logistica, implementando altresì tutti gli aspetti previsti dalle norme GMP per il settore veterinario. Siamo partiti con Parcel 2003 e abbiamo successivamente adottato le nuove versioni che Pipeline ha continuato a sviluppare nel tempo, confermandosi come azienda pro-attiva nella ricerca di soluzioni sempre più evolute e parametrizzate.
Rispetto agli obiettivi che ci eravamo prefissati scegliendo di collaborare con Pipeline, e che abbiamo ampiamente raggiunto, abbiamo altresì beneficiato di alcuni plus, come per esempio la possibilità di usufruire di un processo di analisi dei dati da cui estrapolare informazioni chiave per supportare nella maniera più informata e consapevole le decisioni strategiche aziendali. Inoltre, possiamo contare sull’affiancamento continuo da parte dei professionisti Pipeline per quanto riguarda l’analisi preliminare delle problematiche, effettuata direttamente presso la nostra sede, ma anche l’assistenza post vendita nelle fasi prettamente sistemiche, in ambito di technical support e nell’attività di formazione dei nostri tecnici con l’organizzazione di corsi per l’utilizzo del software.”

Lavorare con Chemifarma
“La collaborazione con Chemifarma ha radici ormai solide” commenta Giuseppe Nocita, amministratore delegato Pipeline “che ha preso avvio dopo un paio di incontri nel corso dei quali abbiamo avuto modo di presentare alcune demo e specifici approfondimenti che hanno suscitato l’interesse dell’azienda farmaceutica che ha, quindi, deciso di investire nelle nostre soluzioni.
Da quel momento, abbiamo lavorato fianco a fianco per ampliare le funzioni della soluzione Parcel sulle specificità del mondo farmaceutico-veterinario. Le esigenze erano strettamente simili a quelle del farmaceutico umano, ma il modello di business cambiava poiché vedeva la presenza di interlocutori istituzionali diversi e la figura del medico veterinario che ha facoltà operative differenti e, sostanzialmente, ambiti con complessità maggiore. Grazie all’esperienza di Riccardo Romagnoli e di Marco Lugaresi abbiamo evoluto la piattaforma fino all’attuale versione Parcel ERP (sesta major release) mantenendo sempre la logica del software standard. Abbiamo affrontato le implicazioni della produzione nei dettagli legati ai diversi paesi di commercializzazione e, con il supporto del direttore di produzione Raffaele Nanni, meglio compreso il modello produttivo delle veterinarie.”

Un cammino stimolante e ricco di sfide
“L’eccellenza è da sempre l’obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere in tutti i settori dell’Information and communication technology e la ricerca&sviluppo è il cuore pulsante di Pipeline, alla base della sua filosofia e del suo business” conclude l’AD di Pipeline. “Oggi le nuove sfide riguardano l’internazionalizzazione dei processi di commercializzazione e la velocizzazione del metodo di acquisizione degli ordini e della produzione miscelando tecniche just in time con make to store.”

Qui di seguito il PDF completo dell’articolo di NCF Giugno 2016