Smart Working

Smart working per tutti? Sì, ma servono strumenti adeguati e competenze

Da privilegio per i dipendenti di multinazionali tecnologiche, lo smart working sta conquistando anche le piccole e medie imprese. Poter lavorare da casa risolve molti problemi, ma servono gli strumenti adeguati e formazione specifica.

Il virus cambia le modalità di lavoro

La tempesta che il Coronavirus sta scatenando non si è abbattuta solo sui listini di borsa ma anche sulle scrivanie delle aziende. Oltre i casi di contagio, la paura, i blocchi e i provvedimenti cautelativi, il suo impatto sarà decisivo sulle abitudini e le modalità di lavoro.

Probabilmente la paura del contagio sparirà, così come la necessità di lavorare da casa. Tuttavia, l’aver sperimentato lo smart working, lascerà un profondo impatto che inciderà sulle abitudini dei dipendenti e dei i datori di lavoro.

Lo smartworking è un nuovo paradigma che è già possibile applicare in ogni azienda che abbia software e strumenti di condivisione moderni. Software che spesso sono già presenti ma che nessuno aveva mai sperimentato fuori dall’ufficio.

Cosa serve per fare smart working?

Per lavorare in smartworking in modo efficiente servono tre elementi fondamentali:

  1. La sicurezza
  2. La verifica dell’identità
  3. La collaborazione
  4. La formazione interna

1. La sicurezza lato hardware e software

Cosa si intende per sicurezza? Intanto, avere un computer fisso o un notebook con strumenti di sicurezza avanzati, sia software che hardware. Lato software parliamo di antivirus, antispam e modalità di blocco da remoto, un pacchetto di solito compreso in un sistema operativo come Windows 10 Pro.

Lato hardware, ottimi dispositivi di sicurezza sono l’accesso al proprio computer attraverso il lettore di impronte digitali, ormai integrato in molti PC di livello pro, oppure sistemi di riconoscimento facciale come Windows Hello, che non richiedono l’uso della password.

Questo tipo di sicurezze sono disponibili come dotazione di serie solo su computer di livello professionale, non certo quelli disponibili sugli scaffali delle catene di elettronica di consumo, che sono talvolta potenti, ma costruiti con logiche destinate al mercato privato.

2. la verifica dell’identità

Lavorare in smartworking significa lavorare in cloud, cioè in uno spazio virtuale in cui è possibile identificare la presenza di colleghi e collaboratori attraverso una identità digitale verificata. Ecco perché lavorare in smartworking non significa solo portarsi il computer a casa.

Per permettere a tutti di lavorare nella riconoscibilità reciproca, condividendo in modo sicuro risorse e file, l’azienda deve creare un ecosistema di controllo in cui tutti i dipendenti hanno un account verificato.

Grazie a questo account è possibile accedere al proprio spazio di lavoro da qualsiasi computer connesso a Internet e ottenere statistiche rispetto alle ore lavorate, i software utilizzati, i file prodotti e altro. Il tutto con interfacce intuitive e migliorate come quella di Microsoft Teams.

3. La collaborazione

Per gli utenti della suite Office 365 è possibile condividere file in cloud senza dover spostare allegati da un utente all’altro via mail, tenendo traccia delle modifiche e archiviando il documento definitivo senza spostarlo dalla sua cartella di allocazione.

Oltre a questa possibilità, un altro degli strumenti più validi in ottica collaborazione è Microsoft Teams. Microsoft Teams funziona come un’unica piattaforma da dove è possibile creare gruppi di lavoro, mantenere chat attive e soprattutto accedere ai propri file.

4. La formazione sui sistemi cloud

Le aziende che hanno acquistato licenze di Office 365 e Microsoft 365 hanno acquistato software integrati con il cloud, ma il settaggio e la distribuzione richiede molta competenza da parte dei sistemisti IT. Per questo Microsoft ha messo a punto corsi mirati.

Come Pipeline formazione abbiamo stilato un ricco catalogo di corsi che tra le varie modalità prevedono anche la formazione a distanza. Lezioni erogate attraverso piattaforma online per accrescere le competenze e ripartire alla grande.

Scopri i corsi sulla gestione e amministrazione di Office 365

Ecco la lista aggiornata dei corsi ufficiali. 

La sicurezza in Office 365

Office 365 Administrator

Office 365 Administrator and troubleshooting

Lavorare al meglio con Office 365