I nostri uffici resteranno chiusi dall’11 al 19 agosto compresi. Per i corsi di formazione scrivere a formazione@pipeline.it

Chi siamo

Menu

Batti gli hacker con il ROI

Batti gli hacker con il ROI
Tra le tecniche per impedire agli hacker di introdursi nei sistemi aziendali ne esiste una particolarmente efficace: ridurre il loro ritorno sull’investimento.

Indice

Tra le tecniche per impedire agli hacker di introdursi nei sistemi aziendali ne esiste una particolarmente efficace: ridurre gli attacchi hacker ed il ROI. Cosa significa? Mettere a punto sistemi di sicurezza in grado di elevare il costo dell’attacco e non renderlo più redditizio per gli hacker.

Dai primi virus agli hacker

Prima dell’avvento di Internet, il massimo danno che poteva accadere a un computer aziendale era incorrere in qualche virus copiato su floppy disk. Oggi con la rete globale, non solo i virus possono diffondersi alla velocità della luce, ma migliaia di esperti hacker hanno iniziato a usare le loro competenze per scopi criminali, ma come batti gli hacker con il ROI?.

Ogni giorno, centinaia di professionisti a volto coperto, cioè con identità schermate, riescono a forzare barriere di accesso, rubare identità, craccare database e rubare carte di credito. In casi recenti ci sono stati addirittura veri e propri sabotaggi intenzionali dei sistemi aziendali con richiesta di riscatto. Un problema vero e sempre presente per le aziende.

Comunemente vengono chiamati hacker, sebbene all’inizio la parola identificasse gli informatici indipendenti che negli anni dell’internet libero si sono battuti per proteste e cause giuste. Oggi ci sono meno hacker “buoni” e più ladri informatici, che trovano sempre nuove possibilità di guadagno a causa della enorme mole di dati raggiungibili online.

La difficile lotta per la sicurezza dei dati e come batti gli hacker con il ROI

Le contromisure messe a punto negli anni dalle principali aziende informatiche si sono sviluppate in molteplici direzioni, dallo sviluppo di software antivirus alla costruzione di firewall per filtrare accessi indesiderati, dalla verifica dell’identità a sistemi come il double opt-in. Sistemi che sono per la maggior parte installati di fabbrica nei nuovi PC di livello professionale.

Il progressivo inserimento di sistemi di difesa non ha però scoraggiato gli hacker, certi di poter fare ampi profitti rubando dalle reti aziendali. Va detto infatti che non esiste ad oggi un sistema di rete sicuro al 100%, perché la rigidità degli accessi e il funzionamento comporterebbe processi troppo macchinosi, lentezza e difficoltà di utilizzo da parte degli utenti.

Come battere gli hacker con il ROI

In mancanza della sicurezza assoluta, dovremmo quindi giocare in difesa? Assolutamente no. In Microsoft, azienda all’avanguardia in ambito sicurezza, sono partiti da un semplice ragionamento: se gli hacker vanno alla ricerca di guadagni economici, bisogna rendergli il furto il più costoso possibile. Nel momento in cui i cui i costi per forzare le barriere superano i possibili guadagni, l’hacker potrebbe rinunciare al suo progetto criminale.

Ma quanti investimenti servono per arrivare a questo livello? Migliaia di euro in strumenti e strutture? Non è detto. Nella realtà delle PMI italiane, anche solo avere PC con Windows 10 Pro è già un salto di buon livello, poi è necessario svolgere una verifica delle strutture e delle necessità aziendali per un progetto di rafforzamento e sviluppo personalizzato.

Investire in computer moderni significa investire in sicurezza contro gli hacker con il ROI

Oltre alle infrastrutture di rete e ai firewall, anche la semplice sostituzione di vecchi PC con nuove macchine dotate di riconoscimento di impronta digitale eleva di molto la sicurezza contro il furto di dati e identità. I PC con Windows 10 Pro infatti possiedono già di fabbrica diverse soluzioni che funzionano in modo congiunto e posseggono una buona protezione da possibili attacchi hacker evitando anche il fattore del ROI, come ad esempio Windows Hello, Windows DefenderWindows Sandbox e Windows ATP.

L’utilizzo congiunto di più sistemi aumenta i costi per gli hacker ed evitare il fattore ROI.

Infatti, superata una barriera, sarà necessario altro tempo e lavoro per forzare quella successiva, in una corsa snervante contro il tempo e contro l’azione dei difensori, cioè gli specialisti IT aziendali. Questo significa che la sicurezza non è un costo, ma un investimento con ricadute immediate sulla produttività.

Ogni azienda ha bisogno di un progetto dedicato

Ovviamente, ogni azienda possiede caratteristiche specifiche e non è possibile applicare una ricetta unica. Per questo i nostri tecnici sono disponibili per fare una verifica dello stato dei sistemi di sicurezza dei dati e fornire consigli e soluzioni sulla prevenzione di attacchi.

Ogni euro speso in sicurezza è una probabilità in più di sconfiggere un hacker prima che lanci il suo attacco.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

I nostri esperti IT sapranno aiutarti!

Chi ha letto questo articolo ha letto anche...