Sicurezza ed efficienza nelle aziende per i CFO

Efficienza e sicurezza sono il vero risparmio dei costi. Consigli per i CFO

Efficienza e sicurezza nelle aziende per i CFO

Non sempre il risparmio è una buona guida all’acquisto della tecnologia, specialmente quando l’assenza di ridondanza può avere un impatto dirompente. Alcuni consigli utili sul cloud per i CFO.

Come aumentare la sicurezza informatica in azienda

Efficienza e sicurezza ormai sono le promesse standard di ogni tecnologia IT. Dal punto di vista dei costruttori è sempre vero: ogni nuovo prodotto ha qualche innovazione a livello di risparmio energetico, prestazioni o misure di sicurezza.

Ma per aumentare la sicurezza informatica in azienda occorre cambiare il punto di vista. Bisogna guardare infatti all’intera infrastruttura IT e non al singolo prodotto, sia esso un server, un router, un firewall, ecc.

Efficienza e sicurezza intese in senso generale, sono diverse dalla somma delle caratteristiche dei singoli elementi. Per comprendere questo concetto però, occorre fare un’analisi dell’infrastruttura IT, che valuta le prestazioni e le minacce a tutto tondo.

Ecco perchè!

La ridondanza, questa sconosciuta…

Veniamo a un caso concreto e approfondiamo il concetto di efficienza. Nella azienda X esiste un server locale con installato Microsoft Exchange per la posta elettronica. In una notte di venerdì buia e tempestosa la luce salta, le batterie di continuità mantengono la corrente per 20 minuti e poi il server si spegne. Risultato: l’azienda non può più ricevere email.

Il server e gli apparati erano sicuri e magari anche efficienti a livello energetico, ma in un sistema che non prevede ridondanza, cioè la presenza di strumenti raddoppiati per la stessa funzione, l’efficienza del singolo prodotto è poca cosa quando accadono gli imprevisti.
Ecco perché l’efficienza deve essere una caratteristica dell’intero sistema e il cloud è lo strumento ideale per “raddoppiare” gli strumenti a parità di costo o addirittura inferiore.

Il vero risparmio è evitare i costi degli imprevisti

Il risparmio nelle spese tecnologiche non si può ridurre all’aritmetica, perché non tutti i costi sono evidenti. Scegliere un sistema locale senza ridondanza potrebbe sembrare vantaggioso a livello di costi di acquisto, ma poi, qual è il costo di ogni ora di stop in caso di guasto? E di una perdita di dati? E di un attacco ransomware?

Ecco perché il CFO in materia tecnologica deve evitare il costo degli imprevisti. Perché le situazioni di emergenza come quelle indicate possono causare perdite secche e costi che aumentano ogni minuto in modo esponenziale, vanificando anni di gestione finanziaria oculata.

Il valore intrinseco del cloud

A un primo sguardo, scegliere di migrare servizi di posta, storage, sviluppo e dati in cloud potrebbe non avere evidenti vantaggi economici. Bisogna però fare un paragone a parità di servizi. Sui servizi in cloud:

  • non esistono costi di manutenzione a carico dell’azienda, 
  • non esistono cadute di linea o imprevisti, 
  • tutte le macchine e tutti i dati sono ridondati

Quanto costerebbe ricreare la stessa infrastruttura su macchine locali, cioè on premise? Un costo elevato, pesante e incomparabile al canone di consumption di un servizio cloud moderno. Ecco allora che il cloud diventa una scelta conveniente e intelligente.

  • Conveniente perché nel prezzo ci sono servizi molto superiori rispetto a una infrastruttura standard
  • Intelligente perché permette di azzerare possibili costi e problemi con effetti imprevedibili sul budget

Il ruolo del CFO infatti, è sempre più importante quale motore dell’innovazione, ma deve evitare in modo assoluto la possibilità di guasti o attacchi dai costi imprevedibili. Ad esempio, nel caso precedente, se l’azienda X avesse avuto un servizio cloud, la ricezione di posta non si sarebbe interrotta nemmeno sotto un tornado e, in caso di problemi alle strutture, gli utenti avrebbero potuto accedere alle loro mail da un semplice browser.

Il cloud è una difesa dall’attacco ransomware

Questo è solo un esempio e nemmeno dei più gravi. Infatti, nonostante dei firewall e antivirus, può succedere a un’azienda di subire un attacco ransomware. Questa è una minaccia tremenda perché in grado di congelare dati e sistemi diffondendosi rapidamente da una macchina all’altra. È risolvibile solo isolando i computer e formattando poi i dispositivi infetti.
In questi casi, l’assenza di ridondanza e di backup dei dati avrebbe avuto conseguenze disastrose per il business. Una situazione di cui un CFO deve tener conto quando esamina i capitolati di offerta per determinare la sicurezza informatica in azienda. Nel valutare l’acquisto di nuovi sistemi per far evolvere l’infrastruttura tecnologica aziendale, occorre considerare la sicurezza e l’efficienza generali.

Accedi al cloud con Pipeline Azure Data Center
Vai alla pagina e scarica il depliant informativo per conoscere caratteristiche e potenzialità