fine-del-supporto-a-windows-7

Fine del supporto a Windows 7. Le alternative strategiche per le aziende

GiuseppeNocita-premioMicrosoft-agg19giu2019

Dal 14 gennaio 2020 Microsoft terminerà ufficialmente il supporto a Windows 7. In questo articolo spieghiamo cos’è il sistema operativo, perché è importante l’aggiornamento e quali sono le scelte strategiche a disposizione delle PMI.

Il 14 gennaio 2020 è una data importante, perché da quel giorno Windows 7 non riceverà più da Microsoft aggiornamenti di sicurezza. Questo espone al rischio di malfunzionamenti e attacchi hacker tutte le aziende che utilizzano computer con questo sistema operativo. 

Ma cosa succede davvero dopo il 14 gennaio? Quali sono le alternative per le aziende? Meglio acquistare licenze per il nuovo sistema operativo Windows 10 o meglio cambiare i computer? Meglio acquistare solo Windows 10 o passare a Microsoft 365? Clicca sulle domande, scopri le risposte dei nostri tecnici e scegli la tua strategia aziendale!

Che cos’è il sistema operativo e perché è così importante?

Ogni computer funziona grazie a un sistema operativo. Il sistema operativo è il software installato di fabbrica che permette all’utente di utilizzare i sistemi elettronici di memoria e calcolo del computer. Ad esempio, permette di memorizzare i file sull’hard disk, aprire altri software, collegarsi a Internet, modificare le impostazioni del desktop e tanto altro.

Il sistema operativo (OS) è il carattere e l’anima di un computer e raccoglie tutte le istruzioni per il suo funzionamento, controllo e protezione. È lui che genera l’interfaccia di accensione, il desktop e il comune ambiente grafico di utilizzo. Molti utenti danno per scontato che sia parte integrante del computer, ma non è così: il sistema operativo è un prodotto a sé stante.

Perché il sistema operativo ha bisogno di supporto da parte del produttore?

Proprio come ogni prodotto, anche un sistema operativo ha un preciso ciclo di vita. Viene ideato e progettato per gestire gli elementi hardware più moderni e performanti (memorie, schede grafiche e processori), viene lanciato sul mercato e, negli anni successivi, aggiornato periodicamente per far fronte a errori imprevisti e bug di sicurezza.

Il servizio di supporto include tutti i processi di ricezione, verifica e correzione degli errori che culmina con la creazione delle patch di aggiornamento. Una componente fondamentale per garantire l’affidabilità del sistema operativo.

Ma come mai un prodotto appena uscito ha bisogno di correzioni? Per tre motivi principali:

  1. La complessità del software, per cui è impossibile prevedere l’effetto di tutte le funzioni in ogni condizione di utilizzo
  2. L’evoluzione tecnologica, che può richiedere nuove funzioni specifiche come ad esempio BitLocker, accesso con impronta digitale e altro
  3. Le minacce di sicurezza, che prendono forme e modalità sempre nuove, aggredendo i punti deboli con malware e virus

Cosa succederà con la fine del supporto a Windows 7?

Ma cosa succede quando termina il servizio di supporto di un sistema operativo? Forse i computer smettono di funzionare da un giorno all’altro? Certo che no, ma in caso di problemi o minacce dal web, il sistema operativo installato non riceverà più patch di sicurezza e altri aggiornamenti, esponendo gli strumenti e le funzioni dell’azienda possibili rischi.

Una situazione di questo tipo si verificherà dal 14 gennaio 2020, quando Microsoft terminerà ufficialmente il supporto per il sistema operativo Windows 7. L’annuncio viene dato con largo anticipo affinché tutti gli utenti e le aziende che ancora usano Windows 7, possano scegliere un’alternativa di mercato moderna e aggiornata.

Se si continua a utilizzare Windows 7 chi sarà responsabile in caso di problemi?

Nel momento in cui cessa il supporto, avviene un fatto importante: Microsoft declina la responsabilità per ogni problema del software. Dal 20 gennaio quindi la difesa da ogni virus, spyware e software dannoso ricade sull’azienda che non ha messo in sicurezza i propri strumenti informatici. L’help desk di Microsoft non risponderà più per Windows 7.

Ecco perché è importante valutare da subito un aggiornamento, come consigliato da Microsoft. Del resto, Windows 7 è stato lanciato nel 2009 e ad oggi è stato già superato da:

  • Windows 8 – 2012
  • Windows 8.1 – 2013
  • Windows 10 – 2015 e tuttora aggiornato

Windows 10 in particolare ha segnato una grande innovazione tecnologica. È stato il primo sistema operativo pensato per il cloud, con strumenti di sicurezza e controllo degli accessi.

Scopri di più sugli strumenti di sicurezza di Windows 10 insieme ai nostri esperti. Clicca qui.

Che cos’è Microsoft 365? Quali sono i vantaggi della licenza unica per Office e sistema operativo?

Oltre al sistema operativo Windows 10, Microsoft sviluppa molti altri software, tra cui i famosi Microsoft Word, Excel, PowerPoint e Teams, programmi per la produttività da ufficio riuniti nella suite Office 365.

Con il nome Microsoft 365 si intende una precisa opzione commerciale che unisce sotto un’unica licenza:

  • Il sistema operativo Windows 10
  • La suite di software Office 365
  • gli strumenti di sicurezza e gestione di PC, device mobili e accessi

Ogni licenza Microsoft 365 dà diritto a:

Una soluzione integrata e scalabile a seconda del numero di licenze aziendali, con varie versioni a seconda delle specifiche esigenze. Con Microsoft 365 viene semplificata la gestione amministrativa e l’azienda potrà avere software sempre aggiornati in modalità abbonamento SaaS (Software as a Service) con i servizi cloud inclusi (posta, storage, sicurezza, collaborazione).

Vuoi informazioni su come passare da Windows 7 e Office a Microsoft 365? Clicca qui

Aggiornare il sistema operativo o cambiare i computer? Una scelta importante

Siccome ogni sistema operativo è installato di fabbrica, i computer che ancora utilizzano Windows 7 sono vecchi di almeno dieci anni (2009). Quindi, la domanda è: ha senso installare un nuovo sistema operativo su un computer vecchio? L’hardware obsoleto infatti non solo limita le prestazioni, ma può presentare vulnerabilità tali da attrarre attacchi hacker. Per questo invitiamo tutte le aziende a valutare attentamente sia un ricambio dei computer più vecchi che l’aggiornamento a Windows 10 con la Modalità Microsoft 365, che. In quest’ambito, in qualità di rivenditori Silver di HP, offriamo un ricco ventaglio di laptop e computer desktop professionali, con Windows 10 Pro preinstallato e interessanti modalità di finanziamento.

Chiedi maggiori informazioni sulla gamma business di HP. Clicca qui.

Hai una domanda sulla configurazione IT aziendale o vuoi valutare un’offerta?

Come Pipeline, prima di vendere prodotti e servizi, valutiamo attentamente la situazione dell’azienda e le reali esigenze. La costruzione di un ambiente informatico affidabile e moderno parte da un progetto condiviso con il cliente che prevede:

  • La risposta ai problemi attuali
  • La possibilità di sviluppi futuri

Impostare un ambiente efficiente, sicuro e scalabile, è diventato uno dei fattori più importanti per la crescita delle aziende e del business

Contattaci e chiedi una consulenza!