SIT-Laboratorio-Farmaceutico

SIT Farmaceutici

case study sit farmaceutici

La gestione della complessità in ambiente farmaceutico

Per implementare un sistema gestionale adeguato alla complessità di un gruppo internazionale con molteplici flussi differenti, SIT Farmaceutici si è rivolta a Pipeline, società con ventennale competenza specifica in soluzioni e servizi informatici per il settore farmaceutico

Giovanni Bernuzzi

Azienda farmaceutica italiana a proprietà privata, con una lunga tradizione familiare che risale all’ormai lontano 1927, anno di fondazione, il Laboratorio Farmaceutico SIT produce una vasta gamma di prodotti farmaceutici destinati sia al mercato italiano che a quello internazionale, dove è presente come Desma Pharma Group e realizza circa il 50% del proprio fatturato, soprattutto in Germania, Francia, Spagna e Svizzera.

“Il Gruppo è in costante crescita su tutti i mercati – afferma Lamberto Pedrotti, Coordinatore Operativo Generale di Desma Pharma Group – ed opera attraverso una strategia di acquisizione di brand molto noti, con prodotti stabili e principi attivi ben conosciuti dalla classe medica, che però non fanno più parte del core business dell’azienda che li ha originati o comunque rappresentano un business non più prioritario per le grandi multinazionali del farmaco. L’intero ciclo di vita del prodotto viene gestito al nostro interno e l’attività produttiva si svolge in due siti in Italia, all’avanguardia tecnologica e con grande capacità e flessibilità produttiva: lo stabilimento SIT a Mede, in provincia di Pavia, e quello DMS a Tavernerio, in provincia di Como. Oltre a far capo a stesso gruppo di controllo e operare in stretta partnership, pur mantenendo distinte organizzazioni e ragioni sociali, SIT e DMS condividono molte delle modalità operative relative alla gestione delle attività aziendali come, ad esempio, magazzino, produzione e laboratorio. I forti e costanti investimenti, con l’attento e continuo aggiornamento della struttura e delle attrezzature, permettono a SIT e DMS di produrre farmaci con elevatissimi standard di qualità, sicurezza e affidabilità".

Le problematiche gestionali

La costante crescita lungo un esteso arco di tempo e le modalità stesse di formazione del Gruppo, articolato in distinte realtà produttive e commerciali, ha posto in maniera sempre più pressante l’esigenza di procedere alla modernizzazione e razionalizzazione di un sistema gestionale che si rivelava di giorno in giorno sempre più inadeguato e ormai non più al passo coi tempi. “Il nostro sistema gestionale (ma forse sarebbe più esatto dire “i nostri sistemi gestionali") si era andato sviluppando all’interno nel corso del tempo, procedendo per aggiunte,

modifiche e sovrapposizioni dove e quando se ne avvertiva la necessità. Era quindi obsoleto, macchinoso e manuale, il che comportava tra le altre inefficienze anche un non trascurabile rischio di errori e perdita dei dati, ed era soprattutto privo di una logica d’insieme a livello di Gruppo. Le problematiche da affrontare per risolvere tale situazione si presentavano dunque di assoluta rilevanza e di non facile soluzione, sia a livello produttivo che logistico e commerciale, a partire dalla gestione delle linee di produzione di SIT (18) e di DMS (7), il tutto con le complessità specifiche e le elevate criticità proprie dell’industria farmaceutica (convalida, GMP…)".

La scelta del partner

“Quando quattro anni fa sono entrato nell’azienda di famiglia – prosegue Lamberto Pedrotti – uno dei primi e principali compiti affidatimi fu proprio lo sviluppo e l’implementazione di un sistema gestionale moderno, adeguato alla complessità e alle esigenze del Gruppo. Il primo passo è stato perciò la ricerca e la selezione del partner con cui realizzare tale progetto. Abbiamo dunque contattato diverse società del settore e dopo un’attenta e approfondita valutazione la scelta, rivelatasi poi felice nei risultati, è caduta su Pipeline, anche per la sua competenza specifica nel settore farmaceutico e per il valido supporto consulenziale che sin dall’inizio dei nostri contatti ci ha saputo offrire sulla direzione da intraprendere. Nel 2010 è quindi iniziato il loro approfondito lavoro preliminare di data check per risalire alle ragioni, alle logiche e ai percorsi che avevano portato della situazione esistente. Si è trattato di una fase complessa e non breve perché, come ho più volte sottolineato, la nostra realtà è composta da varie aziende con una molteplicità di flussi diversi, modalità di lavoro consolidate ed un’enorme mole di dati storici da trattare".

Per gestire tale complessità Pipeline, presente sul mercato sin dal 1991 noto e apprezzato partner di aziende ed enti per le soluzioni e i servizi informatici, si è rivelata pienamente all’altezza, sia in fase di consulenza sulle scelte più idonee da adottare che in fase di definizione, di messa a punto e di implementazione progressiva delle soluzioni.

“Forte di un’esperienza ormai più che ventennale – interviene Giuseppe Nocita, Amministratore Delegato di Pipeline srl – la nostra società integra la propria offerta con una serie di servizi scalabili di supporto tecnico e sistemistico, training e certificazione con proprie aule di corso e di esame, in particolare proponendo fin dal 1996 soluzioni proprie specifiche per le aziende farmaceutiche, chimiche e di processo. L’eccellenza è da sempre l’obiettivo che ci prefiggiamo di raggiungere in tutti i settori dell’Information and Communication Technology, e la Ricerca e Sviluppa è il cuore pulsante, la base della filosofia e del business Pipeline. Un’area sviluppo software all’avanguardia, un laboratorio test e soluzioni sistemi e continui confronti con vendor e clienti consentono un fattivo contributo nella scelta delle

piattaforme. Attualmente operiamo sia sul territorio nazionale che in Europa con più di mille clienti attivi e la nostra struttura, forte di 80 persone con specifiche esperienze e certificazioni, dispone di tre sedi operative ubicate a Milano, Padova e Bologna".

La soluzione adottata

La sfida di fondo posta da questo progetto era quella di rendere i dati fruibili in tempi velocissimi, creando un sistema uniforme per tutti i soggetti interni ed esterni, a partire dalla realtà di due stabilimenti produttivi differenti come approccio e come documentazione (con una mole di oltre 4000 fatture, 1500 documenti di magazzino e 1000 di produzione al mese) per arrivare allo scambio dati sia tra loro che tra loro e Desma Group, nonché alle modalità di interfacciarsi con il partner di convalida nell’implementazione progressiva delle soluzioni. Il sistema è stato infine avviato nel 2012, dopo un periodo di “prova" di quattro mesi, coinvolgendo circa 40 operatori, il che significa un numero già importante. Man mano verrà progressivamente esteso e implementato nei vari settori ed attività aziendali (logistica, marketing, statistiche per lo scouting di prodotti ecc.) tra cui la rete vendita diretta di recente costituzione, che conta 44 agenti. Tutto ciò non solo in Italia ma anche che all’estero, dove nel prossimo futuro verranno informatizzate anche tutte le diverse società commerciali di Desma Group.

“Il sistema attualmente implementato – spiega Giuseppe Nocita – è costituito da un datacenter in SIT, che serve sia SIT che DMS. La struttura software ha due istanze di Parcel, una per ogni azienda, e un connettore software rappresentato dal modulo Parcel Intercompany che consente di utilizzare regole e dati condivisi. Parcel ha attivo e convalidato ai fini GAMP il modulo ciclo attivo e passivo, magazzino, produzione base, laboratorio base. Sono in fase di convalida i moduli logistica (con terminali mobili), LIMS e EDMS (Quality Assurance e Quality Control). Inoltre sono attivi i moduli MPS e pianificatore, rete vendita, NSIS e bollini. Parcel è integrato con Zucchetti AdHoc Enterprise per la parte contabile, tesoreria, adempimenti e bilanci, analitica".