Harol-Migliorare-la-logistica-con-Parcel-ERP

Harol migliorare la logistica con Parcel ERP

Harol-Migliorare-la-logistica-con-Parcel-ERP

Settore: Medical Device, scopri Harol

PROBLEMA

  • Gestione della logistica e della stampa di etichette
  • Necessità di rendicontazione puntuale dei materiali in magazzino
  • Lentezza nella tracciatura dei lotti lungo la filiera

SOLUZIONE

Parcel ERP core con moduli aggiuntivi per la stampa esecutiva di etichette

RISULTATI

  • Supporto efficace all'espansione produttiva
  • Prestazione di capacità previsionale ai fornitori
  • Ottimizzazione delle risorse in produzione

Harol ha dovuto migliorare la logistica con un erp per fare fronte all'aumento della capacità produttiva. Una sfida vinta grazie a Parcel ERP.

La storia di Harol inizia quarant’anni fa, con una missione: fornire ai medici strumenti innovativi in grado di valorizzare il loro lavoro, migliorando la qualità della vita dei pazienti. Una missione che ha continuamente spinto l’azienda verso la ricerca e il miglioramento continuo, dando vita a brevetti di caschi e maschere per la respirazione assistita non invasiva.

Oggi Harol è cresciuta fino a diventare un leader mondiale nel segmento. Le commesse, che provenivano per il 90% dall’Italia, hanno subito un’impennata vertiginosa con l’arrivo della crisi del Covid-19. La carenza di maschere per la respirazione, il dispositivo più diffuso in Italia, ha ampliato le ricerche dei sanitari anche verso altri prodotti, come i caschi Harol. Contemporaneamente anche le richieste provenienti da mercati esteri si sono moltiplicate facendo lievitare ulteriormente gli ordini di tali dispositivi.

Come l’informatica ha permesso di gestire il carico logistico

Massimo Callegher, Direttore esecutivo, si è trovato dinanzi a una situazione nuova:

Vedere un’impennata degli ordini può essere il sogno di ogni imprenditore, ma sia le motivazioni che i volumi hanno innescato una serie di sfide produttive e logistiche senza precedenti per Harol.

Ogni prodotto è infatti il risultato di un intreccio complesso di flussi di approvvigionamento di materiali, produzione e consegna. Per rendere l’idea dell’impatto della crisi del Covid-19 sulla produzione, il numero di caschi consegnati è passato dai 4.000 del 2019 agli oltre 16.000 del 2020. Un grande risultato per una tipica piccola e media azienda Italiana, che è riuscita a soddisfare le richieste, rispettando i ristretti tempi di consegna imposti dallo stato di emergenza. Una sfida imprenditoriale di successo.

La funzione portafoglio impegni e la gestione degli ordini ai fornitori

Callegher spiega:

Non c’è nessun segreto. Semplicemente, nel momento in cui abbiamo spinto sull’acceleratore, la capacità di calcolo, informazione e previsione di Parcel gestionale ERP hanno permesso ai nostri responsabili e tecnici di programmare tutti gli elementi della filiera, prestando intelligenza logistica anche ai fornitori meno tecnologici.

Questo è stato possibile grazie alla funzione portafoglio impegni, che ha permesso all’azienda di suddividere quantità e tempi di consegna ai fornitori, equilibrando il loro carico produttivo lungo il corso dell’anno. L’utilizzo massivo dell’inserimento ordini veloci e il caricamento dei dati nel motore di Parcel, ha fornito ad Harol un efficace servizio di forecast.

La forza dei dati e dell’automazione, verso l’industria 4.0

Proprio la capacità di elaborazione dei dati ha permesso all’ azienda di quadruplicare la produzione a parità di risorse. Questo è stato possibile grazie alla verifica puntuale dei consumi, al monitoraggio dei tempi di confezionamento dei materiali, alla capacità di implementare subito in produzione le modifiche necessarie in un vero approccio data driven.

Un piccolo esempio è stata la stampa automatica di etichette con codici a barre e pittogrammi specifici per i materiali presi direttamente dal software, in base ai vincoli di legge sia nazionale che europea. La descrizione dei materiali in più lingue in ambito controllato e automatico attinte dall’anagrafica delle formule di fabbricazione per gestione kit commerciali.

Harol ha utilizzato da subito le nuove impostazioni del software aggiornate da Pipeline e ha integrato le informazioni senza la necessità di fermi macchina e operazioni tecniche.

Oggi la nuova frontiera è proprio quella di allineare le macchine produttive al concetto di industria 4.0, dove i dati confluiscono all’interno del software, che trova risparmi e sinergie grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale, permettendo di migliorare gli aspetti logistici e produttivi a ciclo continuo.

Da vent’anni con Parcel gestionale ERP, Harol diventa protagonista

Harol ha adottato Parcel, gestionale ERP circa vent’anni fa, mantenendo lo stesso core e aggiornando il software dopo ogni evoluzione. Questo ha permesso all’azienda di avere un software avanzato che fosse:

  • Personalizzato sulla base sulle proprie esigenze produttive
  • Aggiornato alle più recenti normative in ambito medical device
  • Stabile e flessibile, con possibilità di aggiornamento

Se prima Harol era conosciuta per lo più in Italia, oggi è entrata a pieno titolo nelle commesse di molti ospedali europei ed extra-europei. Grazie alla propria capacità produttiva e alla qualità dei caschi, ha conquistato un riconoscimento a livello di visibilità e di brand e sta ampliando i servizi di formazione al personale sanitario, per l’utilizzo pratico dei prodotti.

Ma la soddisfazione più grande” commenta Callegher, “è stata quella di ricevere molte mail di encomio e di ringraziamento per il nostro lavoro. Produrre più caschi per Harol ha significato salvare più vite. Il tutto in un clima che ha rafforzato la collaborazione a tutti i livelli nella nostra azienda che, ricordo, ha solo undici dipendenti, quasi tutti in produzione.