Rigamonti: come connettere in modo sicuro diversi stabilimenti industriali

Rigamonti

Case Study

Rigamonti

Rigamonti Salumificio

CLIENTE

  • Rigamonti Salumificio

SETTORE

  • Alimentare

PROBLEMA

  • Eventualità di falle di sicurezza nei dispositivi di rete
  • Necessità di connessione sicura tra sede e due stabilimenti produttivi
  • Eccessiva complessità dei sistemi di manutenzione e controllo IT

TECNOLOGIA COINVOLTA

  • Competenze sistemistiche avanzate

OBIETTIVI

  • Allineamento dei sistemi di manutenzione e controllo IT
  • Virtualizzazione dei sistemi di nuova concezione

SOLUZIONE ADOTTATA

  • Piano strategico di manutenzione e aggiornamento dell'infrastruttura IT

RISULTATI

  • Cambiata la struttura perimetrale di rete e la protezione
  • Adeguamento degli apparati di rete e sistemi di controllo
  • Più velocità di connessione e protezione dei dati

SITO WEB

Rigamonti: come connettere in modo sicuro diversi stabilimenti industriali

Come una prestigiosa azienda alimentare ha scelto di consolidare la propria infrastruttura IT. Una decisione strategica a supporto della produzione, del magazzino e del marketing per rafforzare la cybersecurity nelle produzioni alimentari.

In oltre 100 anni di storia, il salumificio Rigamonti ha realizzato un grande progetto imprenditoriale. La piccola salumeria, aperta nel 1913, oggi è un’azienda con una sede centrale e due stabilimenti produttivi in Valtellina con oltre 120 addetti. Specializzata nella lavorazione di carni per salumi di qualità, è leader mondiale per la produzione di bresaola, prelibatezza locale esportata in Europa e nel mondo.

A seguito dell’ampliamento della produzione, è emersa la necessità di gestire in modo sicuro il flusso di dati e informazioni tra i diversi stabilimenti. Un obiettivo di primaria importanza che richiedeva la revisione degli strumenti di rete interni ed esterni. L’IT manager interno ha condiviso il progetto con il management dell’azienda che, riscontrata la complessità del compito, ha richiesto l’esperienza del Team IT Pipeline.

Ampliamento aziendale e sicurezza informatica

Nelle parole di Andrea Foppoli, IT manager di Rigamonti Salumificio:

Quando un’azienda si allarga è importante semplificare la gestione della infrastruttura IT, perché la facilità di controllo e intervento porta a una maggiore sicurezza. Il punto vero è che per farlo occorre uniformare le tecnologie presenti. Un lavoro complesso, che sommava una serie di operazioni di virtualizzazione e aggiornamento in sinergia coi tecnici Pipeline.

Emanuele Rancati, IT Director di Pipeline, ha preso parte al progetto in prima persona e ha coordinato le operazioni insieme al Team IT di Rigamonti.

Il lavoro svolto in Rigamonti Salumificio è un esempio dell’impegno e della consapevolezza dell’azienda sul versante tecnologico. Abbiamo svolto operazioni a livello profondo, di rete e infrastruttura, del tutto invisibili per un utente normale. Uno di quei casi in cui non si installano nuovi computer o software dalla nuova interfaccia, ma l’innovazione procede sotto la superficie.

Come connettere in modo sicuro diversi stabilimenti industriali

Il processo di aggiornamento dell’infrastruttura IT ha richiesto un insieme di operazioni tecniche e logiche. Gli obiettivi del progetto sono stati elencati dall’azienda in modo chiaro da subito:

  • Revisione della struttura di networking e separazione delle reti
  • Aggiornamento e patching dei software di gestione delle macchine virtuali (hypervisor)
  • Allineamento di due sistemi di virtualizzazione diversi
  • Revisione della configurazione dei firewall
  • Scelta del protocollo di sicurezza di rete del provider

Queste le necessità, ma quando si è entrati nella pratica, sono emerse altre specifiche e richieste che sono state prontamente soddisfatte rispettando gli obiettivi di partenza.

Separazione della rete tra uffici e produzione

Uno degli aspetti cruciali della cybersecurity è quello di creare o mantenere una struttura di rete modulare, con intere porzioni separate tra loro. In Rigamonti Salumificio sono state create delle VLAN (Virtual Local Area Network) diverse per la parte uffici e per la parte produzione. Questo permette all’occorrenza di isolare una zona rispetto all’altra evitando il contagio di virus come criptolocker e ransomware.

Una soluzione intelligente che lavora in tandem con il back-up dei dati geografico grazie a soluzioni Veeam. Nel caso in cui un attacco dovesse andare a buon fine, una volta fermato e bonificate le macchine, è possibile ripristinare software e dati in pochi minuti grazie all’accesso alle copie salvate. La tecnologia era già attiva in azienda ed è stata svolta solo la verifica del corretto funzionamento del backup.

Aggiornamento e patching di hardware e software

Quando si parla di patching, si intende un processo di aggiornamento di software al fine di chiudere falle di sicurezza e bug generici. Data la moderna complessità dei software, l’utilizzo costante e la ricerca di falle da parte di eventuali attaccanti, il processo di patching deve essere ripetuto periodicamente. Un’operazione delicata, che però è di vitale importanza per la difesa dei dati dell’azienda.

In Rigamonti Salumificio, in particolare, sono stati aggiornati con le nuove patch i firmware di switch, i server, le SAN (Storage Area Network), le estensioni dei server che contengono i dati, i software hypervisor e i firewall nella sede centrale. Un lavoro che attendeva una mano esperta e che si è reso oltremodo necessario per garantire la sicurezza di dati e strumenti.

Controllo e revisione generale delle risorse IT

Il profondo lavoro di revisione, aggiornamento e patching è avvenuto contemporaneamente in tutti gli stabilimenti di Rigamonti Salumificio senza avere alcuna ripercussione sulla normale attività produttiva. Un risultato dovuto alla ottima collaborazione tra i tecnici Pipeline e interni, che hanno lavorato in sinergia, unendo conoscenze verticali sulle tecnologie e conoscenze locali sulla configurazione dei sistemi.

Rigamonti: come connettere in modo sicuro diversi stabilimenti industriali