Soluzione per la tracciatura dei lotti di produzione

Parcel 2003 è il software indicato per aziende chimiche, farmaceutiche e per qualsiasi azienda che necessita di monitorare le fasi commerciali, di magazzino e di produzione. Dalla materia prima, attraverso il semilavorato fino al prodotto finito, tutto tracciato con numero di lotto anche di provenienza. Consente l'implementazione di sistemi validabili ai fini del Cfr 21 e che utilizzano la tracciatura dei documenti che determinano la gestione dell'impresa ai fini delle ispezioni Fda. Parcel è un applicativo della famiglia Pipeline Solution.
Fin da metà degli anni Ottanta, sia sul mercato americano tramite l'Fda, sia sul mercato europeo con gamp, si sono sempre più definite norme che permettessero agli acquirenti la maggior tutela possibile in specifici settori merceologici. L'impatto di dette normative e direttive è spesso significativo e determina il desiderio delle aziende di trovare sistemi informativi che supportino le normative consentendo di aumentare la produttività pur in presenza di più lunghi iter organizzativi. Si sono quindi manifestate esigenze che rendessero possibile la tracciatura precisa dei lotti di prodotto sia in fase di acquisto sia in fase di produzione e lavorazione. L'intero ciclo di vita del prodotto durante la sua fase di “attraversamento dell'azienda" e la sua storia prima di entrare in azienda deve essere dimostrabile e “certificabile".
Parcel, Soluzione Software verticale, è nato nel 1996 con il preciso scopo di fornire uno strumento di gestione e controllo che rispondesse a domande di tracciabilità. Negli anni, le funzionalità si sono evolute sia per dirette esigenze del mercato e dei clienti, sia per nuove e più rigide richieste degli enti certificatori. Parcel 2003 è l'ultima versione della soluzione software e si è caratterizzata in specializzazioni come Fine Chemicals, Cosmetics e Pharma, dando precise risposte funzionali a sistemi azienda con forti caratterizzazioni organizzative.

Magazzino

Le fasi di magazzino sono gestite per lotti e depositi, consentendo la differenziazione del materiale presso terzi (gestione terzisti) e di terzi (produzione conto terzi); sono quindi possibili situazioni in cui un numero di lotto è presente in diversi depositi tra cui anche depositi presso terzi; tramite la contabile articolo è possibile ottenere precise informazioni sullo stato dell 'articolo come totali complessivi indipendenti dai lotti, situazione dei singoli lotti e del relativo collocamento nei depositi. Specifiche funzioni di carico e scarico consentono una precisa tracciatura dei lotti; tramite l'accettazione si movimenta in ingresso la merce gestendo il lotto di provenienza e la messa in quarantena gestendo anche l'ingresso da conto lavorazione, il reso per non conformità e l'acquisto che presenta già più lotti in ingresso (lotto fornitore) a parità di articolo. Il Ddt (Documnto di Trasporto) scarica per lotti, mantenendo la tracciatura della destinazione e consentendo la stampa congiunta delle modalità di trasporto e conservazione e tabella pericolosità per ogni articolo in uscita. Il Ddt viene utilizzato anche per il trasferimento verso terzisti di materiale in deposito o materiale destinato ad una specifica produzione dal terzista stesso effettuata. La tracciatura delle produzioni esterne (sia parziali che totali) avviene grazie al ciclo Ddt emesso – accettazione effettuata. Altra esigenza specifica è la gestione della quarantena sia per la merce in ingresso sia per la produzione-lavorazione, e della tracciatura degli esami di laboratorio che determinano la “bontà" del prodotto; Parcel consente di tracciare le fasi di laboratorio di analisi e le qualità riscontrate consentendo di definire l'insieme di esami di certificazione e i relativi valori limite o attesi per ogni singolo articolo. La documentazione di laboratorio è poi agganciabile con archiviazione ottica consentendo un unico punto di accesso alle diverse informazioni sui lotti. Parcel implementa anche la “saggiatura" del prodotto in fase di prescarico in cisterna o di precarico in magazzino quarantena, dichiarando, tramite specifico livello di certificazione, l'accettabilità dell'articolo stesso (accettazione in due fasi).

(Continua sul PDF)